Il Potere della Mente e la conoscenza di se

Conoscere se stessi è una strada da percorrere per consentire al vero io di un individuo di dare un maggiore contributo al proprio benessere e aiutare anche gli altri al meglio.

Il Potere della Mente e la conoscenza di se

Di recente nel nostro sito abbiamo visto come la meditazione sia stata anche studiata dalla scienza e come questa ne abbia sostanzialmente confermato la validità per il benessere della persona, ebbene durante la meditazione il cervello è coinvolto e la calma permea sia la mente che il corpo della persona che svolge tale attività, quindi la mente se impariamo a gestirla, può all’opposto dell’ansia, della paura, della tensione generare benessere, calma e serenità offrendo a noi stesse e a noi stessi un grande potenziale e un grande potere. La mente diverrebbe così uno strumento positivo e non un peso che genera stress, tale approccio a tecniche che aiutano corpo e mente può essere ricollegato ad un concetto antico, facente parte delle filosofie pagane legate alla Grecia Antica, il concetto di cui parliamo è lo Gnôthi seautón la cui traduzione dal greco antico è Conosci te Stesso.

Nella Grecia antica tale concetto veniva messo in rapporto con una serie di fattori rilevanti come:

  • I limiti che una persona ha e deve accettare in se stessa
  • Il rapporto con le divinità nel pantheon pagano greco

Oggi conoscere se stessi ha ancora a che vedere con i propri limiti ma è un concetto svincolato invece dalla religione almeno nella maggioranza dei casi e pone le persone su un interrogativo che attiene più all’accettazione di ciò che si vorrebbe tacere e occultare.

Nella mitologia in generale tale concetto è stato analizzato e presentato come fulcro di diverse storie e favole, dove l’eroe di turno cade sul più bello proprio perché nega degli aspetti della sua personalità disconoscendoli. E questo cosa centra con la mente e con il suo potere?

Il rapporto che intercorre tra la conoscenza che opera una persona per comprendersi al meglio e la mente è presto dimostrata, chi adotta una maschera agisce creando uno stress verso la sua mente, e lo fa scientemente solo che il più delle volte non comprende che questo stress limita le potenzialità della mente e quindi anche la serenità emotiva, consigliamo quindi di essere introspettivi e se qualcosa che verificherete di voi non vi piace, cambiatela perché è meglio modificare che negare qualcosa del sè.

 

 

 

Rispondi