Meditazione, la via per conoscere se stessi ed essere felici

Elise Bialylew di Tiny Buddha ci spiega come,riconoscendo le emozioni dietro ai nostri pensieri grazie alla meditazione, si può decidere come agire in merito alla negatività, se lasciarsi trasportare e condizionare o se rispondere con azioni produttive e positive.

Meditazione, la via per conoscere se stessi ed essere felici

“Le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri. I tuoi pensieri diventano le tue parole. Le tue parole diventano le tue azioni. Le tue azioni diventano le tue abitudini. Le tue abitudini diventano i tuoi valori. I tuoi valori diventano il tuo destino.”
Gandhi

Come affermava il Mahatma, i nostri pensieri costruiscono il nostro destino. Ma sono solitamente i pensieri negativi a influenzarlo maggiormente, come afferma Elise Bialylew di Tiny Buddha in questo articolo.

L’autrice, attraverso nuove tecniche di meditazione, è riuscita ad arrivare alla radice dei suoi pensieri, primo passo per distinguere i pensieri buoni e utili da quelli negativi che dovremmo abbandonare.
Riconoscere le emozioni dietro ai nostri pensieri si può decidere come agire in merito alla negatività, se lasciarsi trasportare e condizionare o se rispondere con azioni produttive e positive.

Ecco quattro semplici passi da seguire per arrivare a una sorta di autocoscienza meditativa.

1. Essere consapevoli
Quando state pensando qualcosa di negativo che vi crea disagio emotivo, chiedetevi se ne vale la pena, se quel pensiero vi sta portando qualcosa di buono o piuttosto vi sta allontanando da ciò che ritenete importante e che volete vivere.

2. Lasciare andare
Se scoprite che ciò che avete in mente vi distoglie dai vostri obbiettivi e dalla vostra felicità, lasciatelo semplicemente andare. Staccatevi da ciò che vi provoca sensazioni negative. È solo un pensiero, non deve avere nessun controllo su di voi.

3. Essere gentili con se stessi
Prendetevi un momento per essere compassionevoli e comprensivi con voi stessi mentre la vostra coscienza cerca di scoprire e riconoscere le emozioni sotto ai pensieri negativi.

4. Comprendere il funzionamento della mente
Ricordatevi sempre che la natura della nostra mente ci porta a pensare. Produciamo costantemente pensieri, a volte creativi e ispirati, altre negativi e frustranti. Tuttavia non dovete dare peso a ogni pensiero che vi passa per la testa.

In questo senso, la meditazione cosciente, cioè la capacità di essere coscienti di ciò che vi succede in ogni singolo momento vi aiuta a comprendere la vostra mente e a scegliere con attenzione quali pensieri potete lasciare che influenzino le vostre scelte e la vostra vita.

Rispondi